lunedì 1 agosto 2011

Tiella di riso patate e cozze



Riso patate e cozze è un piatto tipico della cucina pugliese, per realizzarlo non ci sono dosi precise perché le quantità dipendono dalle dimensioni della “tiella” (tegame) nel quale si realizza. Come ogni ricetta di tradizione, ogni famiglia ha il suo modo di eseguirla, che si tramanda di generazione in generazione.
Come la faceva la mia nonnina…nessuno mai…impossibile dimenticare quell’unico sapore che solo lei sembrava riuscire a dargli…quel sapore che oggi profuma di un dolce, malinconico ricordo.


Ingredienti:
Riso (Margara, riso chicco piccolo Rosa Marchetti)
Patate
Cozze
Cipolla tritata
Pomodori pelati a pezzetti
Prezzemolo tritato
Pepe
Sale
Formaggio grattugiato
Pangrattato
Olio extravergine di oliva

Procedimento:
Lavare per bene le cozze ed eliminare i filamenti biancastri esterni al guscio.
Mettere il riso in ammollo in acqua per circa 15 minuti.
Disporre sul fondo del tegame la cipolla tritata e dei pezzetti di pomodori pelati . Lavare le patate, sbucciarle, tagliarle a fettine, salarle e disporle in uno strato uniforme nel tegame. Cospargere un po’ di prezzemolo tritato e un po’ di pepe.
Aprire le cozze avendo cura di raccogliere in un contenitore l’acqua che fuoriesce da ciascuna cozza al momento dell’apertura. Questa acqua va poi filtrata e tenuta da parte perché serve successivamente. Se necessario filtrarla più volte. Il guscio superiore della cozza va buttato , serve solo la parte del guscio con il frutto attaccato.
Disporre le cozze sulle patate in uno strato uniforme (guscio sotto e cozza rivolta verso l'alto) . Scolare il riso e distribuirlo sulle cozze . Cospargere con prezzemolo tritato, pepe, formaggio grattugiato e altri pezzetti di pelati qua e la.
Fare un altro strato con le fettine di patate , aggiungere il prezzemolo tritato e pelati a pezzetti. Prendere l'acqua uscita dalle cozze e filtrata e versala nel tegame, in più aggiungere altra acqua fino a ricoprire il tutto e pareggiare con la superficie. Irrorare con un po’ di olio e cospargere con formaggio e pangrattato. Infornare a 200° per circa 1 ora e mezzo (temperatura e cottura dipendono dal forno, oltre che dal tipo di patata, regolarsi facendo la prova “forchetta” sulle patate). Man mano che cuoce, l'acqua verrà assorbita, aggiungerne altra calda quando necessario fino ad ultimare la cottura. Far intiepidire e servire.

54 commenti:

  1. un piatto unico dal gusto eccezionale!baci!

    RispondiElimina
  2. Concordo con federica , io la faccio spesso.

    RispondiElimina
  3. Ma è fantastico.. un bel piatto ricco.. baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  4. Questa è una di quelle ricette che voglio assolutamente provare prima o poi....magari lo farò proprio prendendo spunto da te! Bacini la stefy

    RispondiElimina
  5. Sai che non conoscevo questo piatto pugliese?? ma ho capito bene Fra? si mettono le cozze con il guscio inferiore nel forno?

    RispondiElimina
  6. non l'ho mai assaggiata ma mi piacerebbe tanto..sai che amo i piatti della tradizione e questo tuo profuma di buono e di amore...baci

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazze :)

    Per Titty: si, si mettono con il guscio inferiore nel forno. C'è chi preferisce aprirle prima sul fuoco e quindi mettere la cozza senza guscio nel tegame...ma la tradizione vuole che tutti gli ingredinti siano messi a crudo nella "tiella"

    RispondiElimina
  8. Certi profumi e certi sapori, conditi dalla dolcezza dei ricordi, sono impossibili da dimenticare. E rendono un piatto già speciale, semplicemente unico e irripetibile. Favolosa questa tiella tesoro, un bacione

    RispondiElimina
  9. ma che bel piatto, colorato saporito e gustosissimo! Sa d'estate......

    RispondiElimina
  10. Bellissimo e interessantissimo piatto!
    Complimenti e buona giornata!

    RispondiElimina
  11. mi segno anche la tua ricetta perche anche io faccio questa ricetta e poi e davvero buono...
    complimenti
    lia

    RispondiElimina
  12. questo piatto va benissimo a casa di Vinz...quasi quasi passo la ricetta alla madre
    ;)))

    Bacione
    Rossana

    RispondiElimina
  13. Un piatto veramente speciale, invitantissimo e gustoso!!! Complimenti, tesoro, un abbraccio

    RispondiElimina
  14. uhm che bella ricetta...peccato che le cozza ai miei twins non piacciono...ancora presto...;)

    RispondiElimina
  15. Ecco un piatto così vuol dire per me Veneta essere in vacanza!!! E della Puglia ho dei ricordi bellissimi, non solo culinari....
    Baci

    RispondiElimina
  16. bellissima ricettina!! per me è nuova!! bravissima!

    RispondiElimina
  17. Adoro i piatti tipici! questo è da provare!

    RispondiElimina
  18. non conoscevo questo bel piatto unico...deve essere davvero gustoso...un bacio

    RispondiElimina
  19. Bellissime e buonissime le ricette della tradizione, questa è straordinaria, prima o poi la voglio fare, non sarà uguale, ma spero di farla simile, baci...

    RispondiElimina
  20. buongiorno!!avercela davanti una tiella così me la papperei tutta io..buona!!!ciaoo

    RispondiElimina
  21. un piatto unico con un bell insieme di sapori, io poi adoro le cozze, non solo perche costano poco ma perche danno un gran sapore ai piatti

    RispondiElimina
  22. Che buonoooo! Sai le mie origini sono pugliesi e ne ho sempre sentito parlare ma non l'ho ancora provato. Magari compro le cozze ci provo con la tua ricetta :)

    RispondiElimina
  23. Un piatto fantastico, complimenti! ;-D

    RispondiElimina
  24. Eccola la ricettina tanto agognata!!pero' io non sono capace di aprire le cozze a crudo :-( e mo'?
    Vieni un attimo a casa mia e me le apri dai!!!
    ti aspettooooooooooo

    RispondiElimina
  25. più classico di così... buono!!!

    RispondiElimina
  26. E' grave che una pugliese non abbia mai mangiato questo piatto appetitoso? :) Forse lo proverò proprio seguendo la tua ricetta! Sarà sicuramente un piatto speciale il cui profumo porta con sè tanti ricordi, un bacio grande

    RispondiElimina
  27. buono il riso e buona la tua ricetta!!!

    RispondiElimina
  28. Buongiorno!!ciaooo tesoro un bacione

    RispondiElimina
  29. Ecco per te il primo numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmaga​zine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    Claudia Annie Carone, creative manager di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se tu potessi condividere i link con tutti i tuoi amici! Te ne saremmo grati!

    RispondiElimina
  30. Buongiorno tesoro!!ti auguro una splendida giornata!!

    RispondiElimina
  31. Ma è fantastico... buono il riso e buona la tua ricetta.
    bravo !!

    RispondiElimina
  32. Buongiorno cara buon w.e. un bacione!!

    RispondiElimina
  33. Una tiella questa da leccarsi i buffi un piatto davvero super gustoso!!baci,Imma

    RispondiElimina
  34. Buongiorno, Francyyyyyy! Che buona questa tiella! La faceva così anche la mia mamma. Un ricordo piacevolissimo, grazie per avermelo riportato alla memoria :-) Baci!!!

    RispondiElimina
  35. Buongiorno!!ti auguro una splendida giornata :)

    RispondiElimina
  36. La Puglia nel piatto ^_^ quanti ricordi!

    RispondiElimina
  37. E si, questa ricetta è un classico, ma di quelli buoni!!!

    RispondiElimina
  38. hai centrato uno dei miei sogni erotici!!! :D ahahah mi inviti a pranzo? Io non l'ho mai assaggiata, ma ti giuro... è una delle cose in cima alla lista dei miei desideri culinari. Ovvio, vorrei mangiare qualla fatta da veri pugliesi... Mi sa che mi toccherà fare una vacanzina eno gastronomica a settembre. Piu' grastro che eno;). Un bacio!

    Chiara

    Ps ma la torta qui in basso? ne vogliamo parlare? Io solo a vederlo 'sto blog metto su 3 chili!

    RispondiElimina
  39. Buongiorno tesoro buon inizio settimana

    RispondiElimina
  40. Ciao..un classico, che davvero dovremmo provare anche noi!!
    bacioni

    RispondiElimina
  41. Ciao,
    ho appena organizzato una raccolta di ricette, ti invito a partecipare . Questo è il link per saperne di più :
    http://unapasticcionaincucina.blogspot.com/2011/08/la-mia-prima-raccolta-lappetito-vien.html .
    A presto

    RispondiElimina
  42. Adoro i piatti della tradizione, e questa tua ricetta è davvero sfiziosa.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  43. Grazie della visita, tesoro, un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Buongiorno carissima!!!buona giornata

    RispondiElimina
  45. "Tiella" non l'avevo mai sentita, quante cose si imparano dalle tradizioni e soprattutto dalle nonne! Le migliori cuoche! Buone vacanze anche a te!

    RispondiElimina
  46. gustosissimo piatto,un abbraccio

    RispondiElimina
  47. Buongiorno carissima!!un bacione buona giornata

    RispondiElimina
  48. Conosco bene questo piatto perchè mio padre era pugliese.
    Mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  49. Si deve assolutamente provare...
    Buona giornata Luisa.

    RispondiElimina
  50. Uno dei piccoli grandi capolavori della cucina Pugliese...a pensare che vanno via pochi euro;quando l'ho consigliato ai turisti hanno quasi quasi divorato anche il piatto.Ah,se avete un camino e delle grosse pentole di coccio provate a cuocerle li dentro,il sapore è amplificato.Da provare anche le brasciole alla barese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto/a e grazie per la visita. Non ho la fortuna di avere un camino, in effetti ne guadagnerebbe in sapore ;)

      Elimina
  51. IO CHE SONO ROMAGNOLO DEVO DIRE CHE è IL PIATTO MIGLIORE CHE HO MANGIATO

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...